Crea sito

Zenith 500

Quando alla Merica le fabbriche erano misura d'uomo, gli uomini si vestivano di tuta e si sentivano operai.

E da operai, vivevano dignitosamente da operai, costruendo cose utili ad altri uomini, ma era il secolo scorso...

Per questo, sui prodotti era consuetudine apporre una etichetta come questa.

Oggi dovrebbe essere obbligatorio scrivere:

Prodotto di qualita' infima, costruito per quatto soldi in varie parti del mondo, da disperati peggio di noi, assemblato da sottopagati salariati precari o da anziane maestranze vessate dall'incubo del licenziamento.

Gruppo di famiglia

Questi mattoni colorati sono Zenith 500 D.

Eh si! Ci tengono molto a quella D, perche' sotto la marca < ZENITH > c'e' scritto < Long Distance >.

Long Distance si traduce con un transistor RF in piu', maggiore sensibilita' e minore necessita' di direzionare la radio verso l'emittente.

Molti collezionisti invece la disdegnano per il circuito stampato che si e' sostituito al cablaggio a filo dei modelli precedenti.

La serie 500, affettuosamente soprannominata "occhi di gufo", spunta nel 1955 e tira fino al 1965, tra un lifting e l'altro, con un prezzo in discesa da 75,00$ a circa 60,00$.

Effettivamente per essere portatili sono piuttosto ingombranti visto il mezzo chilo di peso, i 14 centimetri di altezza, i 9 di larghezza e i 4 di spessore.

A loro favore, c'e' la costruzione in nylon infrangibile che li ha traghettati piu' o meno intonsi sino al terzo millennio, l'onesta uscita BF di 100 milliwatt e soprattutto le batterie a stilo, invece che fantasiosi introvabili accumulatori dalle tensioni impossibili.

I reperti in foto sono del 1958/59 ed appartengono alla terza generazione della serie 500.

Se rinasco, faro' l'escort e descrivero' le serie precedenti, notoriamente very expensive.

Ci sono anche due intrusi ma non troppo, il rosa ed il bianco sporco (tan come Obama), ma erano troppo intriganti e li ho riuniti in un unico gruppo.

Lo schema

Lo schema elettrico non e' male, sempre Zenith e'!

L'amplificatore RF amplifica, l'oscillatore oscilla, il mixer mixa, la media frequenza media e la BF urla.

Troppa roba!